Il colle di San Potito

san potito
Una lunga strada che guarda il mare di Napoli, posta a mezza altezza in modo che le monache di clausura possano avere un sollievo per gli occhi nelle lunghe giornate di reclusione. Accanto a loro anche i padri caracciolini, chierici regolari minori, si stupiscono degli scorci arditi su mare, campanili e castelli.
Una strana storia di pietre quella della collina di San Potito fatta di tane per conigli che gli aragonesi cacciavano e, a partire da XVII secolo, di monache e padri in fuga dal centro antico, in cerca di aria buona e silenzio per pregare.Le benedettine arrivavano dal monastero di San Potito a Caponapoli, fondato nel IV secolo dal vescovo Severo, i Caracciolini alla zona della Pietrasanta.
Ma assieme alle nuove costruzioni ecco che giungono anche i doni dello spirito, uomini pronti a spendere la propria vita per il prossimo, da San Francesco de Geronimo a padre Dolindo Ruotolo.
La chiesa di San Potito, chiusa dal sisma dell 80, è di nuovo aperta al pubblico grazie all’Associazione “Ad alta voce” . Sarà possibile così visitarla e scoprire insieme i tesori che contiene come la splendida Madonna della Purità di Pacecco De Rosa, icona veneratissima nella Napoli vicereale.
La Chiesa di San Giuseppe de’ Vecchi, opera magistrale di Cosimo Fanzago, ospita un santuario della Madonna di Lourdes e la tomba di padre Dolindo, il religioso estatico che parlava con Gesù, meta ancora oggi di pellegrinaggi dalla Polonia.
Una zona di Napoli sconosciuta e tutta da scoprire. Nuove storie nella Storia della città velata.
COSA VEDREMO: Chiesa di San Giuseppe de Nudi (esterno), Chiesa di San Giuseppe de Vecchi, Chiesa di San Potito…e una sorpresa.

DOMENICA 29 APRILE ORE 10.15

AppuntamentoVia San Giuseppe de Nudi 69 ( rampa di fronte all’ingresso laterale del Museo Archeologico Nazionale)
Mappa: https://goo.gl/maps/VYA8o52XcJQ2

Durata: 90 minuti circa
Contributo organizzativo: 8 euro
Guide: Pamela
 

Il tempo stabilito per l’accoglienza e le pratiche associative è di 15 minuti. L’itinerario avrà inizio tassativamente subito dopo, grazie a tutti i soci per la collaborazione alla buona riuscita delle attività.

NOTA BENE: Le visite sono dedicate ESCLUSIVAMENTE AI SOCI LOCUS ISTE.
Ancora non sei un nostro socio? Puoi associarti gratuitamente in modo facile e veloce compilando il modulo on line: CLICCA QUI. Sarai il benvenuto!
COME PRENOTARSI ALLE VISITE?
Per partecipare alle visite in calendario la prenotazione è OBBLIGATORIA e deve avvenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ed esclusivamenteATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:
– CONTATTO TELEFONICO:
Telefona alla Segreteria locus iste +39/3472374210 per richiedere informazioni e prenotare la tua partecipazione (ATTENZIONE: NON INVIARE SMS, MESSAGGI IN SEGRETERIA, MESSAGGI WHATSAPP. Non sono ritenuti validi ai fini della prenotazione e non avranno risposta).
 INVIANDO UNA MAIL:
Scrivi all’indirizzo di posta elettronica locusisteinfo@gmail.com, indicando sempre il NUMERO DEI PARTECIPANTI e UN RECAPITO TELEFONICO per essere ricontatti e aggiornati di qualsiasi informazione inerente la visita.
– COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE:
È facile, veloce e ti permette di specificare anche il numero di persone: CLICCA QUI PER APRIRLO 
Ricorda bene: non verranno prese in considerazione le prenotazioni avvenute dopo l’orario stabilito e nei modi diversi da quelli indicati. Controllare sempre in caso di prenotazione attraverso email o modulo la conferma di avvenuta prenotazione da parte nostra.

Ti aspettiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *